Vuoi pubblicare una rivista? Ecco quello che ti serve sapere!

Molte persone, associazioni culturali, aziende e enti o aziende hanno deciso di pubblicare una rivista per promuovere i propri servizi, idee o prodotti.


Qualsiasi sia la tipologia della testata è sicuramente molto veloce da aprire, ma ci si troverà davanti la parte difficile quando sarà il momento di gestire l’intera organizzazione redazionale e commerciale affinché la pubblicazione sia una rivista di successo.


In Italia ci sono oltre 500 settimanali e circa 2.000 mensili dedicati ai più svariati argomenti, ma la prima cosa da fare è registrare la testata, dalla quale ogni rivista viene identificata. L’atto di registrazione avviene presso la cancelleria del Tribunale Civile. Secondo l’art. 5 della Legge 47/1948 dove si prevede che un giornale o un periodico non possano essere pubblicati se non siano stati precedentemente registrati presso la cancelleria del tribunale nella circoscrizione in cui verrà fatta la pubblicazione. A questo punto dopo che il presidente del Tribunale avrà verificato la regolarità dei documenti richiesti, la testata verrà iscritta nell’apposito registro.


Ogni testata che sia regolarmente registrata è necessario che per legge abbia un Direttore responsabile a cui spetta il compito fare inserire rettifiche o dichiarazioni in merito ad affermazioni o fotografie e disegni precedentemente pubblicati nella sua rivista che siano risultati ingannevoli o diffamanti nei confronti di altri.
Inoltre gli editori di periodici hanno l’obbligo di iscriversi al Roc tenuto dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Ogni anno l’editore deve comunicare al Roc documentazione sull’aggiornamento dei dati relativi a proprietario, organo amministrativo e testate pubblicate.


Per le riviste cartacee ecco le indicazioni obbligatorie da riportare sul cellophon:

  •  luogo della pubblicazione
  • anno della pubblicazione
  • nome del proprietario
  • nome del direttore responsabile e vice direttore responsabile
  • nome e domicilio dello stampatore
  • eventuale nome e domicilio dell’editore



Negli ultimi anni si sono sempre più diffuse le testate giornalistiche on-line e le riviste a distribuzione gratuita, ma anche per tali pubblicazioni è obbligatorio rispettare delle norme legislative.

Taggato con: , ,
Pubblicato in Blog